Prenota!

LAPSUS URBANO
Il primo giorno possibile

Sabato 16 ottobre | Ore 19.00 e 21.00
Piazza San Vittore, Varese

in caso di pioggia: palestra di via XXV aprile

Produzione Compagnia Kepler-452

ATTENZIONE!

Per la replica delle ore 19 non è più possibile prenotare on line.

Potete venire alle 21, oppure scrivete a info@karakorumteatro.it

Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è una performance concepita nei giorni in cui il «fuori» sembrava un luogo lontano e utopico, nel momento più cupo delle restrizioni alla mobilità, alla socialità e al lavoro, quando la routine delle nostre vite veniva squassata e ribaltata dalle fondamenta, e quando il teatro – con i suoi cicli e le sue produzioni – si trovava da un giorno all’altro polverizzato.

Programmatico fin nel titolo, Il primo giorno possibile ha la forma di una lettera dal passato per il «giorno zero» del futuro: il pubblico si ritroverà insieme in uno spazio urbano, aperto, il primo giorno in cui le normative lo permetteranno, ed ascolterà in cuffia un messaggio «in bottiglia» destinato alla società futura.

Gli spettatori, interpellati attivamente dalle voci del passato, saranno chiamati a misurare il loro presente con il futuro utopico immaginato dagli autori; a reagire alle domande poste nelle cuffie, a guardarsi in faccia, a contarsi, a prendere posizione o a emozionarsi di fronte all’evocazione del mondo utopico del dopo epidemia.

Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audioguidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica.

Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia – la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

BIGLIETTI

Intero > 12€
Ridotto (studenti, under 18, over 65, corsisti Karakorum e Periferico) > 8€
Ridotto (under 12) > 6€ 


16 Ottobre 19:00
19:00 — 20:00 (1h)

Piazza San Vittore // Varese

Ti piace? Condividilo!