IL FANCIULLO E IL LAGO

Casciago Morosolo.

 

Era il 1986. Proprio dove state voi, al fianco della mia mamma, c'ero io! Avevo 6 anni all'inaugurazione di questa scultura: il fanciullo e il mare.

Sant'Agostino sognò un fanciullo che con un secchio svuotava il mare dentro una buca... o almeno questo è quello che ha detto. In verità non ci fu nessun sogno... quella storia successe proprio qui: sulla riva del lago di Varese. 

 

Una fiaba che parte dalla statua Il Fanciullo e il mare di Floriano Bodini per scoprire chi ha fatto il lago e la terra: 200 milioni di anni raccontati da Agostino il Pescatore. Chi sta salvando il mondo?

 

di e con Matteo Sanna

Spettacolo prodotto nell'ambito del Progetto Iceberg

EVENTI

Presto numerosi appuntamenti!

Scopri di più!

Il Fanciullo e il Lago è la storia di una scultura di Floriano Bodini. Inaugurata nel 1986 a Casciago-Morosolo, quella statua non fu messa lì per un caso: fu l'ultimo tassello di una caccia durata 1700 anni, cominciata da Sant'Agostino in persona.

Quel Fanciullo, sbadato creatore, rischiava ora di distruggere tutto quanto. Ma nel 1986, il destino dell'umanità veniva messo in mano a un altro fanciullo: Agostino, di anni 6: da grande voleva il pescatore ma finì per essere l'esploratore del lago

 

Durata 30 minuti circa 

Alla scultura del Fanciullo e il mare, via Sant'Agostino, Casciago-Morosolo (Varese)