Io.Abito

A partire da novembre 2019 torniamo ad aggregare il quartiere Bustecche intorno a un tema. Dopo aver esplorato il mondo del cibo con il progetto Busteak e aver raccolto ricette di famiglia, storie e racconti legati al cibo, ora ci spostiamo dalla cucina all’armadio.

Il vestire non è solo una necessità basilare dell’uomo, ma anche una manifestazione della sua identità, dei suoi gusti, delle sue ambizioni, culture, religioni… Attraverso un particolare stile ogni persona presenta sé stessa: ci racconta l’idea che ha di sé, la sua storia, la sua appartenenza… e se parliamo di appartenenza non possiamo non parlare di casa!
Insomma, sembra che il concetto di abitare abbia molto a che fare con l’abito (inteso come vestito)

Io.abito vuole perciò raccontare il quartiere attraverso la storia dei suoi vestiti.

LE TAPPE DEL PROGETTO

AAA CERCASI FOTO!
Verrà lanciata una call per raccogliere immagini e storie, per scoprire i racconti nascosti dietro gli abiti indossati in una particolare occasione (un matrimonio, il primo giorno di scuola…) o in quelli di tutti i giorni.

FOTO, MOSTRE E PASSERELLE
Verranno organizzati laboratori teatrali, sfilate, servizi fotografici e mostre connessi al tema durante tutto il corso dell’anno.

IL GRAN FINALE!
Le storie raccolte diventeranno delle performance, dei corti teatrali che restituiranno in forma poetica le suggestioni degli abitanti, creando una narrazione collettiva del quartiere.