LA RIVOLTA DI BIG BOSS

 

 

La prigione non è certo un luogo di villeggiatura e Big Boss lo sa bene. Ma quando muore Scopino a tutti appare chiaro il futuro: bisogna far sentire la propria voce. Serve una rivolta!

L'intero braccio bloccato nella mensa della prigione e un teso tira e molla con il direttore, gli sporchi traffici del Mercante e le confessioni che non rimangono segreti custoditi da padre Alfio...

In prigione, in fondo, buoni e cattivi non si distinguono.

Testo di Stefano Beghi e Matteo Sanna.

EVENTI

Presto numerosi appuntamenti!

Scopri di più!

La notizia fa ammutolire tutta la mensa del carcere: Scopino è morto nella notte per una probabile overdose. L'ira di Big Boss si abbatte sul Mercante: chi ti ha autorizzato a vendere quella droga? Il Direttore interviene per sedare la folla ma l'autopsia della dottoressa e le confessioni di padre Alfio non lasciano spazio ai dubbi: è scontro aperto.

Quella droga era sporca... Spetterà a voi scoprire chi l'ha tagliata e perché! 

 

Durataun'ora circa (oltre alle portate)

Attori: 3

Temi: #carcere #criminali #malavita #rivolta #droga 

 

Scopri le altre Cene con delitto di Karakorum Teatro