SV19#11 "LA SIRENETTA"
13/04/2019

Spazio Yak, piazza Fulvio De Salvo 6 Varese - ore 21

La meravigliosa fiaba di Andersen, “La Sirenetta”, ha da sempre alimentato le fantasie
registiche, pittoriche e drammaturgiche di numerosi artisti, probabilmente per la ricchezza di
segni-metafore che costellano il testo.
Ma c'è sicuramente un altro punto nevralgico di interesse della storia.
Mai, come nel caso de “La Sirenetta”, mito e fiaba si incontrano così visceralmente da creare
quasi un terzo genere, sospeso tra la forza dell'archetipo peculiare del mito e l'illimitata, onirica,
fantasia fiabesca.

 

Questa volta abbiamo immaginato di rileggere “La Sirenetta” come metafora del tema
dell'identità sessuale. Nel dettaglio, avvinandoci a questa fiaba, parliamo di giovinezza, di
quell’età in cui molto spesso tutto è basato sull’astratto concetto di “normalità”. Ma normalità
implica che qualcuno sia identificato come “diverso”.
Mai come in questo momento, ci sembra doveroso interrogarci su un tema che spinge l'opinione
pubblica a confrontarsi e scontrarsi su domande delicatissime come “cos'è la famiglia oggi?”, la
parità dei diritti, la possibilità di prevenire il bullismo per discriminazione sessuale nelle scuole.
Tutto questo in un paese, l'Italia, che non dispone di leggi contro l'omofobia, ma
paradossalmente rientra tra i paesi europei in cui si registra il maggior tasso di suicidi tra minori
legati a cause di bullismo e discriminazione.
Tutto ciò che non conosciamo ci fa paura, in fondo.

 

 

regia Giacomo Ferraù

con la collaborazione registica di Arturo Cirillo

drammaturgia Giacomo Ferraù e Giulia Viana con il contributo della compagnia
con Riccardo Buffonini, Giacomo Ferraù, Libero Stelluti, Giulia Viana
e con Arturo Cirillo che presta la sua voce alla strega del mare
assistenti alla regia Piera Mungiguerra, Michele Basile e Simon Waldvogel

disegno luci Giuliano Almerighi
coordinamento coreografico Riccardo Olivier
organizzazione Elisa Binda
progetto video Riccardo Calamandrei

Produzione Eco di fondo in coproduzione con Campo Teatrale
ringraziamenti Francesca Angelicchio, Marcela Serli, Daniele Sala, LAB121, Teatro Filodrammatici

Spettacolo sostenuto da NEXT – Laboratorio delle idee edizioni 2015 e 2016/17

Selezione Inbox 2018 con il patrocinio di Amnesty International Sezione Italia e

Everyone Group for cooperation on human rights culture

 

Ore 20 apertura teatro con ricco aperitivo!

Ore 21 inizio spettacolo

 

Biglietto intero 12€

Biglietto ridotto (studenti, under 26, over 65, teatranti professionisti) 8€

Registrazione: 
La mail da associare alla registrazione