SV19#2 "NON VOLTARTI INDIETRO"
10/11/2018

Spazio Yak, piazza Fulvio De Salvo 6 Varese - ore 21

Una porta chiusa. Là dentro c'è Euridice, una donna ferita, che non vuole più uscire. Ecco il
giallo. Scoprire cosa è successo, trovare parole per parlarne, persino riderci su. Questo deve
fare Lui. E questo deve fare il pubblico.

 

Orfeo ed Euridice, Lui e Lei, sono una coppia, sono giovani, hanno il sorriso e tutto il tempo del
mondo. Ma poi succede qualcosa – “una cosa terribile della nostra società, una piaga del
mondo” – e Lei si chiude. In se stessa, in casa, in un personale inferno. Lui viene escluso, anzi,
cacciato. “La storia è finita”, gli viene detto, ma Lui non ci sta, non la lascia scivolare via. Con
l’arroganza di quello che chiama Amore si presenta davanti a una porta chiusa, a reclamare la
sua donna, la sua amata. Non ha altre parole per dirlo, se non quelle dei film, non ha parole per
definire nulla di quel mistero. La porta è chiusa. Lui minaccia, poi si umilia, la butta sul ridere,
piange persino. Non sa ancora che dovrà mettere in gioco molto, e pure perdere qualcosa, per
riavere indietro la sua Euridice.

 

Una porta. 7 centimetri di blindatura. 7 centimetri. È lo spazio che divide Lui da Lei, Orfeo da
Euridice. 7 centimetri che nel testo di Chiara Boscaro rappresentano la distanza tra la vita e gli
inferi. Lavoriamo sulla porta, sul passaggio, sulla volontà o meno di superare quella soglia. Una
porta. Un appartamento. Un pianerottolo. Un dramma da camera, uno spazio ridotto dove Lei
vive, un monolocale come ce ne sono tanti in una città come tante. Una storia di violenza
sessuale come, purtroppo, ce ne sono tante.
Ma quella soglia è unica. È la membrana che separa dalla rinascita. Ma Lui è il primo che deve
superare la soglia dell'inferno. È Lui che deve entrare perché lei possa uscire.

 

testo di Chiara Boscaro
regia di Marco Di Stefano

 

con
Valeria Sara Costantin e Diego Runko

 

un progetto de
"La Confraternita del Chianti"
in collaborazione con Teatro In-folio/Residenza Carte Vive
una produzione Associazione Interdisciplinare delle Arti
progetto di produzione selezionato e sostenuto da
ScarlattineTeatro – Campsirago Residenza Progetto Cantiere Campsirago
spettacolo vincitore del Premio Pradella 2016
Accademia dei Filodrammatici di Milano in collaborazione con Teatro dei Filodrammatici
testo finalista del Premio Hystrio 201 Scritture di Scena_35

 

Ore 19:30 apertura teatro con ricco aperitivo!

Ore 21 inizio spettacolo

 

Biglietto intero 12€

Biglietto ridotto (studenti, under 26, over 65, teatranti professionisti) 8€

Registrazione: 
La mail da associare alla registrazione