Tra Sacro e Sacro Monte

Le cose, viste dalla Terrazza del Mosè, assumono sempre un altro significato. Eppure Dante ha deciso di mettersi in cammino, di attraversare, di toccare con mano, di riscoprire il suo mondo guardandolo da vicino. “Quest’anno dobbiamo scendere dal monte, questa volta il Festival deve andare per la città”.